Snappy® Pen, te la ricordi?

La Snappy® Pen icona della comunicazione negli anni Ottanta e Novanta, è tornata con un design moderno. Ma prima ripercorriamo velocemente la storia della più famosa Toy Pen del settore promozionale.

Ideata dal designer italiano Pietro Larizza che depositò il brevetto della penna nel 1983, deve il suo nome al rumore che produce quando viene aperta, per l’appunto “snap”. La Snappy® Pen è caratterizzata da una forma piatta e da un cappuccio che, grazie ad un filo metallico, ruota intorno al corpo della penna senza staccarsene mai. Proprio a questo è dovuto il successo internazionale che la penna ebbe durante il secolo scorso, tanto da vendere quasi 100 milioni di pezzi.

Venne scelta come sponsor di alcune vetture della Formula 3, Formula 3000 e Formula 1 e fu anche utilizzata in alcuni spot pubblicitari che andarono in onda sulle maggiori reti televisive nazionali.

Nel 2014 la Snappy® Pen è stata riproposta con colori accesi e con personalizzazioni grafiche che lasciano a bocca aperta. Hanno scelto la storica penna anche realtà come il MoMa di New York, il Teatro La Scala, la Rinascente e il museo Arteum di Parigi.

La forma particolare della Snappy® Pen l’ha resa famosa non solo per il divertente gioco che crea con il cappuccio, ma anche perché offre una superficie personalizzabile molto ampia sulla quale, come si vede dalle foto, è possibile stampare ricche grafiche rendendo ancora più incisiva la comunicazione del brand!